News

Referente tecnico: Coordinatore Sicurezza in Progettazione

Il CPS - Coordinatore alla sicurezza nella fase della progettazione

L'importanza del CPS - Coordinatore Sicurezza in fase di Progettazione

Il Coordinatore della Sicurezza in fase di Progettazione è un tecnico professionista nel settore edile, nominato dal Committente o dal Responsabile dei Lavori, e opera in concerto con il Progettista nella fase preliminare di progettazione per la realizzazione delle opere.

In tal senso, il Coordinatore della sicurezza in fase di progettazione farà riferimento agli obblighi normativi dettati dal Testo Unico della sicurezza, più precisamente dal Decreto Legislativo 81/08. In particolar modo l'attività del professionista incaricato è di fondamentale importanza, seppur in fase di progettazione, in quanto deve procedere a sviluppare tutte le possibili accortezze progettuali affinché si possa prevedere qualsiasi rischio per le fasi successive dei lavori.

Per poter svolgere l'attività di Coordinatore della sicurezza in fase di progettazione, il tecnico abilitato deve aver svolto e concluso positivamente un corso abilitante di 120 ore in cui si affrontano i temi descritti all'interno del D.Lgs. 81/08. Questa abilitazione a Coordinatore della Sicurezza in fase di Progettazione dura 5 anni e per normativa vigente si deve rinnovare con un corso di 40 ore per l'aggiornamento quinquiennale.

I documenti redatti dal Coordinatore della sicurezza nella progettazione

Il D.Lgs. 81/08 definisce i documenti che il Coordinatore della sicurezza in fase di progettazione dovrà redigere:

  • Predisposizione del Piano di sicurezza e coordinamento;
  • Fascicolo Tecnico dell'opera.

La predisposizione del Piano di sicurezza e di coordinamento, secondo quanto previsto all'interno dell'allegato XV del Testo Unico, è di fondamentale importanza in quanto rappresenta il documento contenente l'analisi, la valutazione e l'individuazione dei rischi di tutte le attività da eseguire, visibili all'interno del progetto. A tal proposito sempre all'interno di questo documento, saranno individuate tutte le attrezzature che garantiscono la prevenzione e la tutela dei lavoratori, così da eliminare ogni possibile rischio di infortunio.

All'interno del documento sarà definito un progetto di "cantieramento" che l'impresa dovrà prendere come riferimento, dato che la planimetria di cantiere indica tutte le caratteristiche che il cantiere possiede.

Il Piano di Sicurezza e Coordinamento

Il Piano di sicurezza e coordinamento è un vero e proprio progetto della sicurezza dell'intervento da eseguire in fase successiva, con l'aiuto del Coordinatore della sicurezza in fase di esecuzione. All'interno di un appalto, risulta infatti molto importante nominare la figura del Coordinatore alla sicurezza in fase di progettazione, soprattutto per poter affinare alcune scelte progettuali e di esecuzione di cantiere.

Il secondo elaborato che il Coordinatore della sicurezza in fase di progettazione deve redigere è il Fascicolo tecnico dell'opera. Questo elaborato riunisce tutte le informazioni utili ai fini della prevenzione e della protezione dai rischi, esposti dagli operatori di cantiere. Pertanto, durante la redazione del documento, il Coordinatore della sicurezza in fase di progettazione deve tenere presente l'obiettivo di fornire le informazioni utili in merito alle modalità operative in condizioni di sicurezza dei lavori edili di manutenzione, successivamente alla conclusione delle opere di cantiere da eseguire.

È necessario avere un CSP?

La domanda che viene posta sempre a noi dello Studio di Architettura Gabetta a Monza, all'interno del mondo delle ristrutturazioni è proprio: quando e dove risulta obbligatorio la nomina del Coordinatore alla sicurezza in fase di progettazione? E soprattutto, quali rischi comporta la mancata nomina di questa figura professionale?

Per rispondere concretamente si può confermare che, come quanto descritto all'interno del Testo Unico D.Lgs. 81/08, le casistiche cui non si rende necessaria ed obbligatoria la nomina del Coordinamento alla sicurezza in fase di progettazione sono esclusivamente le seguenti:

  • Cantiere edile con un importo inferiore ai 100.000 €;
  • Cantiere edile con un importo "uomini/giorno" pari a 200;

Lo studio di architettura a Monza Gabetta

Noi dello Studio dell'Architetto a Monza Daniele Gabetta confermiamo che non è obbligatorio nominare un Coordinatore della Sicurezza in fase di Progettazione ma, proprio per l'attività importante che svolge il ruolo descritto, possiamo dire che si tratta di una scelta vivamente consigliata.

Il professionista incaricato è, infatti, un tecnico che tutela proprio la Committenza e il Responsabile dei Lavori, in tutte le sue responsabilità civili e penali e, soprattutto, nella propria professionalità della gestione del cantiere sin dalla fase progettuale.

I lavori edili di pianificazione, di studio e di analisi progettuale, dal punto di vista della sicurezza, hanno un apporto fondamentale nella fase esecutiva che, nonostante sia incaricata un'altra figura (quella del Coordinatore della sicurezza in fase di esecuzione), permette una tranquillità operativa che la Committenza deve cercare in ogni singola opera edile di impiantistica, o di cantiere.

Scopri di più sugli altri referenti tecnici che ruotano attorno ai progetti edili, quali: il Progettista, il Direttore dei lavori, o il Coordinatore alla sicurezza in fase di esecutiva.

Visita la pagina con tutti i servizi offerti dallo Studio di Architettura a Monza Gabetta e per maggiori informazioni o per un preventivo gratuito e senza impegno contattaci senza impegno.

Figure professionali nell'edilizia