News

Architettura nel mondo: cosa vedere assolutamente

L’architettura non è una disciplina riservata agli addetti ai lavori, ma offre numerosi spunti di riflessione per tutti: quando si è in vacanza la si apprezza ancora di più e si è sempre alla ricerca di etici che ci lascino a bocca aperta.

Al mondo esistono tantissime installazioni architettoniche in grado di stupire. Rappresentano un ottimo indizio sul tempo che passa e su come i gusti e le esigenze umane si siano evolute nel corso dei secoli. Non sono rari i casi in cui queste opere non abbiano ricevuto subito il consenso del grande pubblico. Ciò non toglie che oggi siano veri e propri monumenti che meritano di essere visitati, ammirati, apprezzati e presi come esempio dell’ingegno umano.

In un mondo così mutevole e veloce, la vera sfida sembra essere quella di stupire l'essere umano. Per fortuna, esistono architetti in grado di pensare fuori dai classici schemi.

Casa Battló a Barcellona

Architettura nel mondo. Cosa vedere assolutamente: Casa Battló a BarcellonaQuando si parla dei palazzi di Barcellona si pensa subito all’architetto visionario per eccellenza: Antoni Gaudí. Oltre alla Sagrada Familia, Gaudí ha dedicato la sua vita a numerosi altri edifici in tutta Barcellona. Una di queste costruzioni simbolo è senza dubbio Casa Battló.

Tutto ebbe inizio nel 1904 quando l’imprenditore Josep Battló decise di dare nuova vita a un edificio molto stretto e allungato. Per il lavoro di ammodernamento decise di chiamare il geniale Gaudi, al quale servirono ben tre anni di lavori per creare l’opera d’arte oggi nota in tutto il mondo. I veri protagonisti di questa architettura sono la pietra, il vetro e la ceramica che si fondono in una grande e armoniosa onda.

Ciò che attira maggiormente lo sguardo sono senza dubbio i colori e la complessità cromatica. Tale complessità è anche il motivo per cui risulta quasi impossibile interpretare l’opera. Secondo alcuni ci troviamo davanti a un paesaggio acquatico, ricco di colori, luci e tanto movimento. Altri, invece, sostengono che sia la rappresentazione della leggenda di San Giorgio e della sua vittoria sul drago. Come spesso accade con i geni, Gaudí non ha mai voluto fornire una spiegazione ufficiale, ma ha voluto lasciare assoluta libertà di interpretazione: il dubbio è quindi destinato a perdurare.

La Dancing House di Praga

Architettura nel mondo. Cosa vedere assolutamente: La Dancing House di PragaSe siete mai andati a Praga, avrete sicuramente notato la Dancing House, un perfetto esempio di architettura moderna.

La progettazione risale all’inizio degli anni ’90 grazie a due architetti, Vlado Milunić e Frank O.Gehry, e sorge sulle macerie di un edificio andato distrutto durante i bombardamenti del 1945. L’idea iniziale era quella di rendere omaggio ai due ballerini per eccellenza, forse i più famosi della storia, ovvero Fred Astair e Ginger Roger. Il progetto prevedeva infatti di dare all’edificio il loro nome ma si optò per un nome più generico.

La morbidezza delle linee e la loro sinuosità rimanda ai dolci e dinamici movimenti del ballo: immaginatevi l’intero complesso come se si muovesse al ritmo di una silenziosa musica, magari proprio la vostra preferita.

La caratteristica principale di questa interessante costruzione è l’unione di tanti stili diversi, tra loro perfettamente integrati: si passa dal Neogotico al Neobarocco fino all’Art Nouveau e al Decostruttivismo. La bravura dei due architetti risiede proprio nella scelta degli stili architettonici. Pur con la volontà di creare qualcosa di nuovo e dal grande impatto visivo, hanno anche optato per un’architettura che potesse amalgamarsi con quelle presenti a Praga: è come se Milunić e O.Gehry avessero voluto riunire in una sola opera l’architettura di Praga.

La Kansas City Public Library

Architettura nel mondo. Cosa vedere assolutamente: La Kansas City Public LibraryLasciando la vecchia e cara Europa si trovano tantissimi esempi di architettura intelligente e altamente significativa. Un esempio lampante lo si ritrova nello stato del Missouri (Stati Uniti) dove hanno deciso di trasformare l’esterno di una biblioteca pubblica in un vero e proprio scaffale di libri.

La libreria originaria è stata fondata nel 1873 ma la sua facciata sud è stata progettata nel 2004 e, proprio in virtù del suo aspetto, è stata ribattezzata Community Bookshelf. Lo stile di questo scaffale di libri è quanto mai realista: si sono volute rispettare le proporzioni e le differenze che esistono tra un libro e l’altro. Non solo lo spessore dei volumi è diverso, ma anche la loro altezza che spazia dai 3 ai 6 metri. Trattandosi di un edificio pubblico, le autorità cittadine hanno voluto coinvolgere tutta la popolazione nella progettazione di questa facciata. Per riprodurre al meglio uno scaffale di una libreria, è stato chiesto cittadini di Kansas City di selezionare e votare i libri che volevano vedere riprodotti sulla facciata della biblioteca. Grazie a questa iniziativa, si sono collezionati ben 22 libri tra loro molto diversi, spaziando dai grandi classici fino ai libri per bambini. Un’architettura quanto mai realista!

Se una normale biblioteca non spicca e non attira l’attenzione, di certo questa non passa inosservata ma, anzi, invoglia chiunque ad entrare per scoprire quali altre sorprese essa possa racchiudere.

Supertree Grove di Singapore

Architettura nel mondo. Cosa vedere assolutamente: Supertree Grove di SingaporeL’estremo Oriente è costante fonte di innumerevoli sorprese e, grazie alle sue architetture moderne e d’impatto, fa sempre colpo! Se avete in programma un viaggio a Singapore dovete assolutamente recarvi presso il parco Gardens by the Bay a Marina Bay. In questo grande giardino che ospita serre, ampi spazi verdi, laboratori naturali e lunghe passeggiate, un posto speciale è riservato ai Supertree Grove: si tratta di installazioni architettoniche volte a riprodurre una piccola foresta.

Numerose sono le particolarità di questi finti alberi. Anzitutto, contrariamente a quanto spesso avviene, al loro interno non si trovano servizi, appartamenti o musei, sono semplicemente estremamente particolari. Negli ultimi anni l’attenzione verso l’ambiente è cresciuta esponenzialmente e così anche questi super alberi si sono adeguati: sulla loro sommità è stata installata una fitta e complessa rete di pannelli fotovoltaici in grado di produrre energia.

Il tronco metallico dei Supertree Grove è interamente ricoperto da piccole piantine alimentate da un complesso sistema di raccolta dell’acqua piovana.

Queste installazioni, la cui altezza varia dai 25 ai 50 metri, non sono solo ecologiche ma estremamente belle e suggestive. Ogni sera, dalle 19.45 alle 20.45, questi alberi prendono vita grazie a giochi di luci e musica per lo spettacolo quotidiano chiamato Garden Rhapsody.

Se non soffrite di vertigini potete anche camminare lungo le passerelle che collegano in quota gli alberi e godervi di un panorama mozzafiato.

Architetture dal mondo