News

Materiali sostenibili e Green Building: benvenuto futuro

L’eco-edilizia è una realtà affermata anche in Italia

Sono ormai anni che si sente parlare di rispetto dell’ambiente, di sostenibilità, di green economy e green lifestyle. La voglia di mettersi in gioco nel pieno rispetto del pianeta su cui viviamo, consente al genere umano di trovare nuove soluzioni completamente sostenibili. In ambito edilizio questo si è tradotto in progetti sempre più green e, soprattutto, nell’introduzione di materiali sostenibili.

Questi nuovi materiali per l’edilizia non solo sono stati appositamente studiati per non gravare sull’ecosistema, ma garantiscono anche enormi vantaggi a coloro che andranno ad occupare le abitazioni. La progettazione è essenziale ma anche l’estetica vuole la sua parte! A tutti piace una bella casa, un bel design, dotazioni moderne e una progettazione fatta a regola d’arte: tutto questo è ancora possibile con i nuovi materiali sostenibili. Non è infatti inusuale vedere questi materiali integrarsi alla perfezione con l’edificio fino a diventare un veri e propri complementi di arredo.

Gli esperti del nostro studio di architettura a Monza sono ben consci che un’edilizia green deve anche essere funzionale e gradevole da vedere: i nostri architetti possono coniugare i due aspetti creando qualcosa di originale, unico e perfettamente ecosostenibile.

Legambiente e Green Building

logo LegambienteMesi fa Legambiente ha dato il via a un progetto dedicato soprattutto agli architetti. Sul loro sito internet, questa organizzazione sta raccogliendo i materiali idonei alle costruzioni che riescono a coniugare rispetto ambientale e durabilità. Lo scopo a cui mira Legambiente è duplice: anzitutto spera che, grazie a questo elenco, il settore edilizio da sempre considerato ad alto impatto ambientale, diventi il tassello fondamentale della rivoluzione economica ed energetica. Il secondo scopo è quello di aumentare la consapevolezza del pubblico circa l’esistenza di un modo ecologico di costruire le case: anche i privati cittadini possono optare per questi innovativi materiali.

In Italia il mercato del green building è già ben avviato e ricco di alternative. Proprio a causa di tale ricchezza è spesso complicato riuscire a farsi strada e riuscire a comunicare al meglio le specifiche di ogni singolo materiale. Da qui nasce il progetto di Legambiente: cercare di creare una lista ordinata e fruibile, comprensiva anche di schede tecniche personalizzate per ogni materiale. Un’ulteriore suddivisione fatta dall’organizzazione italiana riguarda la categoria in cui ricade ogni composto: naturali e salubri, innovativi, provenienti da riciclo.

Grazie a questa esemplare classificazione, gli architetti, gli ingegneri e i privati cittadini possono trovare il materiale che risponde a specifiche esigenze senza, per questo, dover rinunciare a modernità e comfort.

Alcuni materiali sostenibili

Tra i materiali sostenibili più noti si trova senza dubbio l’Ecoblocco, un mattone naturale ottenuto unendo paglia accuratamente seleziona e priva di prodotti chimici, ad argilla e calce idraulica. Non solo l’Ecoblocco è completamente sostenibile, ma è perfetto per essere utilizzato come mattone perimetrale grazie alle sue elevate proprietà termoacustiche. Oltre ad essere un perfetto isolante, è anche igroscopico, cioè riesce a catturare le particelle d’acqua presenti nell’aria diminuendo in modo completamente naturale il tasso di umidità in casa.

Un secondo materiale molto simile all’Ecoblocco è il Termomattone, un materiale da costruzione ottenuto dall’unione di paglia selezionata, argilla e cemento bianco. In questo caso, però, siamo in presenza di un materiale perfetto per la costruzione di tramezzature interne. Come suggerisce il suo nome, il Termomattone è un materiale che vanto un buon isolamento termoacustico.

Tra i materiali ideali per conferire un tocco estetico di impatto troviamo l’Eco Travertino Romano, un intonaco perfetto per gli interni frutto di una produzione a basso impatto ambientale. La ditta produttrice di questo intonaco utilizza materiali di recupero e scarti delle lavorazioni che essa stessa compie sulle pietre, unitamente a polveri e microresidui. Così facendo si instaura un processo virtuoso volto a dare nuova vita agli scarti di produzione. Il risultato è d grande impatto: un prodotto in grado di ricreare gli effetti materici ed estetici della pietra in appena pochi millimetri di spessore.

Se state pensando a quale materiale utilizzare per rivestire pavimenti o superfici, prendete in esame l’Ecomalta, un innovativo materiale eco-compatibile ideale per superfici continue: questo materiale non contiene cemento, gesso o resine epossidiche, ma è un monocomponente a base d’acqua ottenuto con una lavorazione a freddo. Non solo l’Ecomalta arreda ed è elegante, ma in fase di produzione richiede un utilizzo minimo di energia elettrica, minimi interventi di manutenzione e non servono prodotti particolari per la sua pulizia.

Ecomalta

Ecomalta

Travertino Romano

Travertino Romano

Questi sono solo alcuni dei materiali di recente introduzione. Altri prodotti naturali, con gli anni, sono stati apprezzati da costruttori e architetti per le loro caratteristiche. Se si è alla ricerca di isolamento acustico e termico la scelta è quanto mai ampia: si passa dal sughero (ideale anche per i complementi di arredo!) alla fibra di juta, dal lino alla lana di pecora, fino a giungere alla canapa e al sempre utile legno.

Un mondo più sostenibile per architetti green

Negli ultimi anni sono stati compiuti numerosi passi in avanti nell’eco-edilizia e siamo certo che ci attendono ulteriori sviluppi e innovazioni.

Lo studio dell’architetto Daniele Gabetta a Monza segue con grande attenzione e curiosità l’evoluzione dell’edilizia e del green building, sperando sempre di poter applicare queste nuove conoscenze a vantaggio dell’ambiente.

Se anche tu sogni una casa ecosostenibile, elegante e dotata di tutte le comodità moderne, contattaci per esporci il tuo progetto: le tue idee e la nostra passione daranno vita a grandi risultati!