News

Gestione progetti: il BIM - Building Information Modeling

Gestione progetti: il BIM - Building Information Modeling

Significato di BIM, Building Information Modeling

Il BIM, Building Information Modeling, è uno strumento procedurale che si utilizza per gestire progetti architettonici ad ogni livello, dalla progettazione fino alla costruzione.

All'interno di questo processo evolutivo non si parla più di singolo progetto, bensì di "modello interdisciplinare", che contiene diversi dati in riferimento a geometria, materiali, impianti, costi, manutenzione, demolizione, sicurezza.

Il principio della multidisciplinarietà è ciò che caratterizza tutto il procedimento con cui il BIM si evolve. E due sono i concetti base su cui questa metodologia produttiva si fonda: la condivisione e la collaborazione.

Questo modello, infatti, oggetto di evoluzione creativa e costruttiva, porta con sé caratteristiche di natura diversa, ma che collaborano tra loro laddove i singoli professionisti specializzati nella loro disciplina condividono con gli altri tutti i progressi e gli aggiornamenti di ogni singola fase di svolgimento del progetto.

Cosa comporta questa metodologia di sviluppo progettuale?

Come per ogni evoluzione tecnologica, il miglior beneficio è dato da un risparmio di tempi/costi a livello progettuale e, soprattutto, poter anticipare ed evitare tutte le possibili anomalie/errori che si verificherebbero in cantiere con processi meno moderni e funzionali.

Un altro vantaggio notevole, soprattutto a livello tecnico, è la migliore gestione del coordinamento delle varie discipline, migliorando affidabilità e governabilità della gestione del modello nelle possibili discipline in gioco, e cioè Architettonica, Strutturale, Impiantistica.

Dalle fasi preliminari di un progetto fino a quelle esecutive con la successiva realizzazione dell'opera, il BIM consente la managerialità completa di ogni aspetto; pertanto il committente riesce a conoscere già nella fase preliminare tutti i costi che dovrà sostenere per la realizzazione e manutenzione dell'opera in oggetto.

BIM - Building Information Modeling

Vantaggi architettonici, strutturali e impiantistici del BIM

Analizzando le tre macro-discipline, possiamo appurare proprio quanto detto finora.

  • Il layout architettonico realizzato dal progettista implica un grande lavoro preliminare con cui già si assumono decisioni a tutti i livelli, per facilitare il dialogo e l'interattività tramite gli strumenti informatici con cui si potrà redigere quasi in tempo reale computo metrico, immagini tridimensionali, elaborati grafici specifici e relazioni specialistiche. Questo approccio progettuale porta il vantaggio anche di poter verificare in ogni momento tutte le possibili scelte insieme a quello che queste comportano sotto l'aspetto di gestione, lavorabilità, economia e di sicurezza.
  • Per quanto concerne il tema strutturale, il vantaggio enorme, nell'ambito dello sviluppo del modello, è il drastico calo delle tempistiche per la fase di modellazione e redazione dei calcoli specialistici. E questo aspetto, implicitamente, comporta sia una forte riduzione degli errori che la possibilità di verificare o modificare il layout architettonico in tempi rapidissimi.
  • Gli stessi vantaggi si verificano nell'andamento procedurale sotto il profilo impiantistico MEP (Meccanico, Elettrico, Idraulico), in quanto predisponendo tutte le caratteristiche già a livello preliminare (qualità fondamentale per sviluppare un efficace modello in BIM) si giunge molto celermente ad un corretto dimensionamento degli impianti tecnologici.

Qualche svantaggio

Se sono indubbi i vantaggi e le innumerevoli potenzialità che il BIM consente di produrre, è anche vero che ci sono alcuni svantaggi che il BIM attualmente comporta: uno su tutti l'aspetto economico.

Gestione progetti: il BIM - Building Information Modeling utilizzato da personale qualificatoIl BIM, ovviamente, necessita di personale altamente qualificato, con studi professionali organizzati e dotati di mezzi scientifici e tecnici che consentano una progettazione raffinata di ogni singolo aspetto che riguarda l'opera da realizzare.

Va aggiunto che questa metodologia risulta fondamentale per l'esecuzione di progetti di grandi dimensioni, con una gestione interdisciplinare professionale da parte dei professionisti del Project Management.

E proprio il Project Manager (PM) è uno dei cardini del sistema BIM, ovvero il professionista che si occupa della gestione e del coordinamento delle varie discipline specialistiche con l'obiettivo comune di concludere la commessa in tempi brevi, con le migliori finiture ed in totale sicurezza.

Il concetto di sicurezza è relativo sia alla fase di esecuzione dei lavori, con un cronoprogramma adatto ad evitare rischi di interferenze (che sono la causa maggiore di infortuni sul lavoro), sia alla certezza di riuscire a completare le opere senza le grosse problematiche che talvolta il cantiere può comportare.

Lo studio di architettura Gabetta e il BIM

Il futuro dell'architettura e delle costruzioni è il BIM, o, meglio, nella progettazione e nel facility management a lungo termine; è un processo trainato dalla tecnologia che sta portando ad un cambiamento in tutti i settori, ma come in molte fasi dello sviluppo lavorativo esiste ancora molta confusione, visto che oltre ad essere un accrescimento tecnologico si tratta anche di rompere degli schemi che sono all'interno della modalità lavorativa da diversi decenni, se non secoli, a questa parte.

Ai fini del project management lo studio di architettura a Monza dell'Architetto Gabetta gestisce progettiesegue la direzione dei lavori a tutti i livelli della progettazione architettonica e nei vari tipi di interventi edilizi.

Per maggiori informazione è possibile visitare l'area dedicata ai servizi dello studio di architettura a Monza Gabetta, oppure prendere contatto con noi per altri dettagli, sopralluoghi o preventivi senza impegno.