News

Architettura: un Manifesto Europeo da cui ripartire

Architettura: un Manifesto Europeo da cui ripartire

Un manifesto da cui ripartire per un nuovo modello di società

Riconoscere la qualità dell’ambiente costruito, del patrimonio culturale dell’Europa e dell’architettura in quanto valore di interesse pubblico; considerarne il valore sociale e culturale come lo strumento chiave per società più coese e per aiutare i cittadini europei a identificarsi maggiormente con il proprio ambiente costruito.

Locandina - Architettura: un Manifesto Europeo da cui ripartireSono alcune delle richieste contenute in un Manifesto promosso da 46 organizzazioni di 31 paesi differenti, per un totale di 575.000 architetti, in vista delle prossime elezioni per il Parlamento dell'Unione Europea e presentato a Milano, al Fuorisalone, giovedì 11 aprile 2019.

Un'occasione che gli architetti del nostro Paese hanno sfruttato per denunciare anche la drammatica situazione in cui versa l’Italia, dovuta principalmente all'assenza di una politica per il territorio e per il patrimonio edilizio.

Gli architetti italiani hanno partecipato alla Milan Design Week 2019 con un proprio spazio espositivo e una serie di eventi che hanno avuto come filo conduttore il Progetto “Abitare il Paese”, quest'ultimo presentato nel corso dell’8° Congresso Nazionale, alla Mostra “Interni Human Spaces” presso l’Università degli Studi di Milano.

La sostenibilità come fulcro dell'operato dell'architetto Gabetta

Architettura: un Manifesto Europeo da cui ripartire - sostenibilitàIl Manifesto, articolato in più punti, verte poi in materia di appalti pubblici, erogazione dei servizi, qualifiche professionali e cambiamenti climatici, argomenti estremamente attuali e mai come ora di grandissima importanza.

Temi a cui lo Studio a Monza dell'Architetto Daniele Gabetta ha sempre prestato attenzione; basti pensare all'approccio culturale e strategico dell'architetto, finalizzato a minimizzare al massimo l’impatto dell’attività umana sull’ecosistema.

Dallo studio di fattibilità al progetto preliminare, dal progetto esecutivo fino alle pratiche amministrative, lo studio segue infatti ogni lavoro con grande attenzione per i dettagli e pone il tema della sostenibilità come fulcro del proprio operato professionale.

Principi di sostenibilità architettonica che sono stati già trattati in un precedente articolo incentrato proprio sul legame tra architettura e ambiente e sulle recenti tendenze in fatto di green building.

La rigenerazione urbana

Architettura: un Manifesto Europeo da cui ripartire - rigenerazione urbana

In tema di sostenibilità, non possiamo poi escludere l'importanza della tecnologia, soprattutto nel ridurre al minimo gli sprechi e i consumi energetici. In tal senso, l'architetto a Monza Daniele Gabetta è costantemente aggiornato sulle ultime innovazioni nel campo dei pannelli solari e dei sistemi di accumulo, quest'ultimi in grado sfruttare l'energia anche durante la notte.

E' senz'altro importante notare come il progresso e l'attenzione (si spera sempre più alta) verso queste tematiche stia segnando un cambio di passo non indifferente; se nel Novecento la natura veniva depredata per essere trasformata in periferie di cemento, oggi la sfida consiste nel riappropriarci di una natura svuotata del suo significato e nel creare delle green city in cui essa non solo ricopra un ruolo centrale, ma sia il fulcro da cui ripartire per ripensare e riprogettare un nuovo modello di vita e di urbanizzazione.

Lo studio a Monza dell'Architetto Daniele Gabetta è a vostra disposizione per consulenze e sopralluoghi; pertanto vi rimandiamo alla pagina dei contatti per consultare tutti i modi in cui è possibile entrare in contatto con lo studio.

Progettazione sostenibile